Linea diretta con il sindaco
Amministrazione trasparente
Nuova modalita di fatturazione
Posta elettronica certificata
Il comune informa
Olio di Chiaramonte Gulfi
Natiblei - Programma di sviluppo rurale

Tu sei qui

Ancora successi per le aziende olearie chiaramontane

l'olio d'oliva

Malgrado un’annata agricola non delle migliori che ha fortemente penalizzato il settore oleario, i nostri produttori sono riusciti a produrre un olio extra verdine di oliva di tutto rispetto e prestigio. Tanti i riconoscimenti in diversi concorsi nazionali. Gli oli che hanno ricevuto la Gran Menzione al Concorso Internazionale Sol D’Oro – 13° Concorso Sol d’Oro Emisfero Nord che si è tenuto a Verona dal 15 al 21 febbraio 2015 sono: Viragì – categoria biologico; Frantoi Cutrera – categoria fruttato intenso; Terre di Pantaleo – categoria fruttato intenso.
Altri riconoscimenti sono arrivati anche dal 6° Concorso degli oli extravergine di oliva italiani – L’oro d’Italia 2015 e precisamente: Oli tipologia monovarietali, Polifemo – azienda agricola Viragì – Primo Premio 5 Gocce d’oro e lode di eccellenza.  Cinque Colli – azienda agricola Cinque Colli – 5 Gocce d’oro e lode di eccellenza. Gran Cru – Frantoi Cutrera – 5 Gocce d’oro e lode di eccellenza.  Primo Dop – Frantoi Cutrera – 4 Gocce d’oro e menzione di merito Oli tipologia blend: Carusia – azienda agricola Viragì – 5 Gocce d’oro e lode di eccellenza.  
L’azienda che ha ricevuto una menzione d’onore dalla Giuria dei ristoratori al Concorso Olio Capitale 2015 che si è concluso a Trieste è Frantoi Cutrera con l’olio Primo Dop. Infine, le aziende che hanno ricevuto le Tre Foglie nella guida Oli d’Italia 2015, edita dal Gambero Rosso e in collaborazione con Unaprol, sono Frantoi Cutrera, Cinque Colli e Viragì.
Questi oli di eccellenza saranno tra i protagonisti indiscussi del 2° Concorso regionale di Gastronomia ‘Terra Matta’ – Aspettando Expo 2015 che si terrà a Chiaramonte il 18 aprile 2015 e che vedrà la partecipazione degli studenti del 3°/4°/5° anno di tutte le scuole alberghiere siciliane. Si tratterà di un’occasione unica per mettere in luce i prodotti dell’enogastronomia chiaramontana e per individuare tra i partecipanti gli chef del domani.