Linea diretta con il sindaco
Amministrazione trasparente
Nuova modalita di fatturazione
Posta elettronica certificata
Il comune informa
Olio di Chiaramonte Gulfi
Natiblei - Programma di sviluppo rurale

Tu sei qui

Poeti in erba crescono

Hanno
cominciato a scrivere versi in tenera età e per lungo tempo li
hanno tenuti nascosti ai loro familiari considerandoli segreti intimi
dell'animo. Oggi si avviano a diventare con sempre maggiore
consapevolezza poeti affermati.

Angela
Di Pasquale, studentessa al quinto anno del Liceo psico-pedagogico di
Ragusa e Davide Miceli, studente al corso di Scienze Giuridiche della
facoltà di Giurisprudenza di Ragusa, si sono distinti al
Premio Nazionale di poesia giovanile 'Mario Gori' organizzato
dall'omonimo Gruppo e dal Centro Servizi Culturali di Ragusa. Angela
ha partecipato al concorso presentando tre elaborati a tema libero e
ha vinto la sezione B riservata ai giovani dai 13 ai 18 anni, con la
poesia Io Piccola Africa. "Ho voluto esprimere - ci racconta la
poetessa in erba - una parte del mio itinerario poetico che si fonda
su una costante ricerca esistenziale, la stessa ricerca comune in
ogni uomo che si interroga sul domani. La mia condizione interiore è
una continua battaglia con ciò che mi circonda esternamente e
in questa lotta solitaria mi sento ormai 'stanca'".

Davide
Micieli, invece, su 150 partecipanti si è distinto al quarto
posto, nella categoria adulti del concorso, con la poesia La Forza
della Tempesta, scritta in un momento di sfogo dopo essersi lasciato
con la sua ex ragazza. "Quando scrivo mi ispiro a cose
quotidiane - ci spiega Davide - non ho un diario e i mie versi sono
l'espressione della mia interiorità. Ho iniziato a scrivere
alle elementari incoraggiato dalla mia maestra di italiano che,
guarda caso, è proprio la madre di Angela Di Pasquale".

Trattenuti
da una modestia ammirevole, questi due talenti poetici chiaramontani
non amano vantarsi dei propri successi e preferiscono considerare le
loro creazioni poetiche sfoghi dell'anima difficili da presentare al
pubblico perché "nel momento in cui quella poesia è
letta non è più tua, il pubblico se ne appropria
attribuendogli dei significati altri".

Intanto
questi giovani poeti promettono bene. Del resto, ancora così
giovani, hanno già ottenuto la segnalazione a diversi concorsi
letterari e persino delle pubblicazioni. Nel 2004, a soli 17 anni,
Angela ha presentato un raccolta di 14 versi dal titolo Fermenti
(poeti italiani contemporanei, serie Oro, casa editrice Libroitaliano
World, editore Salvatore Fava), mentre il primo esordio in libreria
di Davide è avvenuto nel 2001 con Antologia D'Autore (Ninfa
Camarina, Vittoria, Nesos Edizioni), il suo nome, inoltre, è
stato segnalato anche nell'Enciclopedia degli Autori Italiani edita
dalla A.L.I. Penna D'Autore di Torino.

La
Forza della Tempesta

"Anni
luce ho attraversato,
io,
sfera grigia forgiata
nel
fuoco cosmico,
ho
attraversato
barriere
quantiche, per
poterti
trovare.
Sono
la tensione nei tuoi muscoli.
Il
freddo nel tuo seno.
La
pelle d'oca
nelle
tue lunghe gambe.
L'aritmia
per te
che
provi a danzare
solitaria
in quella pista rotonda.
Credi
nei sogni raggiunti per caso,
così
lontana dalla mia stella,
simbolo
del sacrificio,
non
hai mai sognato veramente
e
niente ti salverà
perché
una ballerina perfetta
non
sarai mai…
Sei
come il tuo sogno,
il
vostro unico futuro è
la
distruzione."

Davide
Micieli

 

Io,
piccola Africa

Piange
l' Africa
che
mi porto dentro.
Non
riesco
a
riempirle i pozzi.
L'
oceano tende la mano.
Sono
stanca
per
porgergli la mia.
Cammino
sulla terra arsa
lasciando
impronte nel presente.
Solo
sabbia nel domani.

Angela
Di Pasquale